-…guarderò i cerchi che crea

Politica: teoria e pratica che hanno per oggetto la costituzione, l’organizzazione, l’amministrazione dello stato e la direzione della vita pubblica…… (dal dizionario G.Devoto)
Quando rifletto, è importante capire il significato delle parole, e per mia abitudine guardo il vocabolario perchè nel tempo usiamo le solite parole in contesti diversi, questo cambia il significato della comunicazione nei diversi riceventi.
In questo momento mi viene di riflettere che la parola politica la lascerei al lavoro del governo e poi giudicare se a fine del mandato è stato svolto il programma su cui io avevo dato la mia fiducia per governare.
Mentre per i partiti mi domando come si formano; per me è l’espressione di gruppi di persone che hanno bisogno di condividere un obbiettivo e su questo di costruire, se ci riescono, il consenso per investire per se e per la collettività.
Principio semplice e complesso allo stesso tempo. Determina il coraggio di scegliere dove vogliamo appartenere. Questo richiede di assumersi la responsabilità di sapere che qualunque cosa accade nel mondo una infinitesima parte mi appartiene che mi piaccia o no. (anche aprire o no una scuola islamica, per me si!)
Dette queste cose così neutre, ma inevitabili, io so che voglio appartenere nell’area della sinistra perchè fino a qui ho constatato che le scelte fatte dai pochi governi di sinistra o centro-sinistra, si sono mossi nella direzione di coinvolgere (magari senza riuscirci), ma con l’intento di far partecipare alle scelte tutti i cittadini. (azione complessa e faticosa da attuare soprattutto in una nazione di individualisti come l’Italia).
Mi viene di fare un paragone con il bene e il male, penso che la sinistra e la destra sono le due parti di un solo insieme, se non c’è l’una non c’è l’altra.
Per cui nel rispetto dell’alterità credo siano indispensabili entrambi.
Credo importante cambiare l’uso del linguaggio politico e non solo; continua ad essere comprensibile solo agli addetti ai lavori. Questo non facilita il coinvolgimento delle persone affaticate a vivere una vita da perfetti consumatori, sempre a corsa per essere all’altezza dell’ultimo bene da acquistare. Sì! per questo obiettivo le parole si comprendono molto bene.
C’entra poco quest’affermazione? Non lo so, so che nel riflettere è arrivata? Per questo la butto in Atlantide come un sasso e guarderò i cerchi che crea…

Catia

Annunci
Explore posts in the same categories: Atlantide: Interconnessione dell'anima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: