-Serata danzante per Metis

Ieri sera, come preannunciato, si è svolta la serata di presentazione della terza uscita di Metis, numero dedicato alla “danza”. La scuola di ballo della Polisportiva Mens Sana – Siena – ci ha deliziato mostrandoci le sue coppie abbigliate splendidamente. Complimenti ai maestri e agli allievi, tutti molto bravi. Dopo di loro, il complesso Daiana Live, ha permesso, a chi ne avesse ancora voglia, di poter esprimere il piacere della musica attraverso i movimenti del corpo, un pò meno “professionali”, ma sempre piacevoli da guardare. Metis ci è stato distribuito dal suo direttore, nonchè grande nostro amico, Vincenzo Coli, al quale vogliamo mandare un grazie per deliziarci ogni mese con degli articoli che hanno il potere di rapire la nostra attenzione. Anche questo numero non si smentisce, Metis ci conduce dentro la danza di ieri e di oggi, con quella sua capacità di fondere il passato con il presente, con articoli che hanno sempre il piacere per la vita, ma soprattutto per quel modo di scrivere letterato e rispettoso del lettore, perso ormai da quasi tutti i giornalisti, per non parlare purtroppo, dei blog, fra i quali mettiamo anche il nostro. Sarà la fretta che la modernità ci impone, sarà il linguaggio che si sta modificando sempre più “essenziale”, ma leggere questo giornale, ci fa sentire la mancanza di tempi quando la società era pregna di valori individuali che esprimevano un collettivo così profondo, da non essere malati mai di solitudine. Ha ragione un giovane lettore, nostro amico, che ci detto di non buttare via mai il giornale, neppure dopo che lo ha letto, perchè è qualcosa che va “oltre.” E’ vero, va “oltre” e ci dice che per fare il giornalista ci vuole una grande professionalità e una grande umanità. Le improvvisazioni sono altra cosa. Metis lo potete trovare nelle edicola, nella città di Siena, perchè è di lei che si parla, ma se i nostri visitatori più distanti volessero leggerlo, scrivete e noi provvederemo. Grazie direttore, lei e la sua squadra ci avete dimostrato che è possibile scrivere bene, anche nell’era degli “ufo!”. Aspettiamo la prossima uscita, siamo certi che non deluderà.

Explore posts in the same categories: L'opinione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: