-Di segno in segno:l’uomo dell’Ariete

Il carattere: Tutto d’un pezzo, senza sfumature, dotato di poco tatto e assai irascibile: così si presenta l’uomo dell’Ariete. Colpisce anche la totale assenza di umorismo, soprattutto per quanto riguarda la propria persona. L’assenza di umorismo è comunque accompagnata da un’allegria che esplode qualche volta in maniera del tutto inaspettata e senza alcuna ragione. Comportarsi irragionevolmente è una particolarità di questo segno che non pecca certo di coerenza e ha un sistema emotivo estremamente labile. Le cose gli cadono sempre addosso e la prima reazione è il panico, in particolare se si tratta di piccole noie quotidiane. Ama un suo ritmo di vita che non desidera interrompere forse perchè il suo equilibrio è difficile e tanti Arieti hanno bisogno di anni di raccogliemento e di esperienza per trovare quella pace interiore alla quale aspirano da sempre. Segue l’istinto più che la ragione, eppure riesce a camuffare bene certi suoi sentimenti perchè è anche un ottimo attore. Comunque recitare gli costa fatica, così alla fine non ce la fà più e scopre tutte le sue carte. Ha una pessima memoria e dimentica per fortuna tutto ciò che vuole dimenticare; la sua memoria ritiene a malapena gli avvenimenti importanti della sua esistenza, quelli minori vengono coperti totalmente dal velo del tempo. Il bisogno violento di esteriorizzarsi e di agire lo fa passare per ambizioso, ma non lo è, gli manca la tenacia propria dei veri ambiziosi, quella di portare a termine le fatiche. Tutto avviene rapidamente e tutto si brucia in un Ariete, qualche volta le decisioni che prende le scarta ancora prima di realizzarle ed è facile che l’Ariete si trovi a un certo punto della sua vita con le mani vuote: eppure ha faticato tanto, ha sempre fatto qualcosa, ma ha sempre solo iniziato. Primitivo e fondamentalmente prosaico, riesce a colorare di sfumature idealistiche i progetti che lo interessano e a lanciare gli altri in avventure alle quali crede solo quando inizia. Come uomo politico può essere un condottiero che trascina le folle, ma sarà fatale che ad un certo momento commetta degli errori per stanchezza, perchè solo l’inizio conta per lui, solo l’inizio lo interessa. Non è forse un uomo particolarmente interessante, ma è un uomo vitale con appetiti sani. Crede in quello che fà, non può intraprendere nulla in cui non crede, ha bisogno per agire della spinta di una fede che si logora con estrema facilità, ma se lotta contro questa usura e si impone di arrivare al fine delle cose può diventare grandissimo ed evitare di cadere con gli anni in un baratro di sfiducia e abbattimento.

continua… Lucia Alberti

Annunci
Explore posts in the same categories: Appunti sui Polsini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: