-Tema: il mio papà

Ricordi quel giorno che ti ho chiesto di accompagnarmi alla partita di calcio e tu mi hai detto che non potevi? Non potevi perchè avevi scelto di abbandonare me per stare con la tua amante.  E quell’altro giorno che ti avevo chiesto se potevi comprarmi quel paio di scarpe che mi piacevano tanto. Mi rispondesti che tu i soldi ce li davi già. E un altro ancora, che dovevi accompagnarmi alle ore 18, in centro dai miei amici? Tu mi hai portato alle 20, erano già tutti in pizzeria a mangiare. Non mi hai portato perchè alla tua amante non importava niente di me e dei mie desideri e siamo partiti quando ha fatto comodo a lei. E quando mi sono rotto il braccio? Te lo ricordi papà. Non potevo andare a scuola con il pulman, perchè non ero in grado di stare in piedi e tenere lo zaino. Neppure allora tu “ti sei scomodato” per aiutarmi. E quando te ne sei andato dalla nostra casa perchè mi hai detto che non sarebbe cambiato niente? Che avresti continuato a portarmi tutte le mattine a scuola come facevi prima. Tu lo sai che le promesse vanno mantenute, ma tu papà hai raccontato un sacco di bugie a tutti. Quando sarai solo e ammalato, papà non mi cercare, perchè se per caso mi fosse dimenticato che cosa mi hai fatto, farò in modo di avere accanto sempre qualcuno che me lo ricordi!. Buona fortuna papà, ne hai molto bisogno.

Federico

Annunci
Explore posts in the same categories: I ragazzi di Atlantide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: