E finamente venne il giorno in cui l’amore di mio figlio non fu più sufficiente!

E’ durato quattro lunghissimi anni il dolore per essere stata tradita e lasciata da mio marito. Quattro anni in cui ho solo pensato a mio figlio, alla mia casa, al mio cane. Una lenta ricostruzione della mia vita non di coppia come ero abituata ormai da molto tempo. Anni in cui l’unica cosa alta era il soffitto della mia casa, che spesso guardavo a pomeriggi interi, mentro cercavo di non morire di dolore. Alti erano i conti da pagare, la biancheria da stirare, ma non il mio morale. Quello stava sempre al di sotto dei miei tacchi! Mio figlo ricopriva ogni vuoto d’amore e la ferita inferta dal padre, teneva a debita distanza tutti gli altri. Ma nella vita degli essere umani sembra che di dolore non si riesca a morire, ma anzi, da un grande dolore può anche esserci una grande rinascita! E poi come diceva sempre mia nonna: morto un Papa, si fa un Papa e un Cardinale! Anche se secondo me bisognerebbe stare molto attenti a che Papa si fà! Così oggi mi ritrovo ad essere una persona molto cambiata, molto diversa dal passato. Ho riconosciuto i miei errori e quegli degli altri, facendoli divenire semplicemente “incontri”. Sono quindi nuovamente pronta. Ma a che cosa? Anche per un nuovo rapporto. Il problema è che quando mi sono guardata intorno ho visto che non erano più pronti loro: gli uomini! Quelli che nelle favole li definiamo, l’altra metà del cielo, i principi azzurri; coloro che con il cavallo bianco dovrebbero portarci fuori da ogni sofferenza per farci felici e contente per tutta la vita! Un tantino vecchia come immagine? Dipenderà dalla mia età non pù giovanissima! Fatto sta che “loro” sembrano essere divenuti tutti…gigolò, o pantofolai. O la pancia o… ehi ragazze sono tutto un muscolo! Tutti presi da se stessi nel tentativo di non mollare il corpo all’età, che è invece inesorabile! Bene! In questi anni mi sono persa proprio dei grandi cambiamenti, non c’è che dire! Non nascondo di aver provato un pò di panico. E se dovessi non incontrare mai più un uomo? Se mi capitasse di non avere più la possibilità di baciare le labbra dell’altra metà? Se dovessi non provare più quel meraviglioso sentimento che chiamano “Amore”? Quello che ti fa scegliere l’abbigliamento giusto per il tuo primo appuntamento? Troppo romantica? Non si può parlare di amore, ma di sesso? Non ci sono più batticuori alla nostra età? E chi l’ha detto? Questa società che corre e che si ammala di malinconia perchè ha perso tutti i tipi di amore? Perchè fa la fila in autostrada per vedere un incidente e non si commuove più difronte alle morti di banbini, donne, vecchi? Questa società che abbandona animali per strada perchè non gli “servono” più? Da chi è partito il “là” perchè tutto divenisse squallido? Dai politici, dalla televisione, o da che altro? Da chi esattamente? E quando è accaduto? E mentre mi faccio queste domande, il mio cane mi guarda, e quando mi chino per accarezzarlo…lui muove la coda così veloce che rischia di perderla…

Explore posts in the same categories: Appunti sui Polsini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: