La mia casa

…voglio costruire una casa insieme al mio compagno. Voglio che una piccola parte della nostra casa, appartenga a mio figlio, in modo che lui non abbia mai la sensazione di essere un “ospite”. Voglio che lui possa decidere il tempo che vorrà trascorrerci. Voglio che ognuno di noi, abbia lo spazio personale proprio, senza che gli altri possano invaderlo senza rispetto o per paura di solitudine. Voglio che loro sappiano che io ci sono in ogni momento della loro giornata, anche se fisicamente sono da un’altra parte e voglio che sappiano che se allungano una mano per cercarmi, troveranno la mia pronta a prendergliela. E voglio che il mio compagno sia per me la stessa cosa. Voglio che tutto questo sia per mio figlio, desiderio, opportunità di scrutare i mari, anche lontani, della sua vita. Che il porto sicuro, gli permetta di vivere, la calma e la tempesta. Non voglio mai che mio figlio mi dimentichi, non voglio mai che lui non mi rispetti. Non voglio che lui non ci sia, se avessi bisogno, ma non voglio mai che il bisogno di lui, freni la sua libertà di azione e di pensiero. Io voglio che lui non sia mai un uomo egoista, che vede solo se stesso. Voglio che veda e rispetti le persone che lo hanno amato e rispettato, e voglio che sappia portarsele dentro. Voglio che sappia scegliere il dolore della separazione, se questo è importante per la sua vita.

Anonimo

Annunci
Explore posts in the same categories: Caffè Letterario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: