Una giornata come un’altra

Come ogni sera mi sono addormentata sul divano. Succede spesso da un pò di tempo a questa parte…da quando “Lui” se n’è andato. Non vorrei alzarmi, per andare a letto… ma rimanere qui finché ne ho voglia. Quello che mi obbliga a farlo, è che domani dovrò andare a lavoro e se non mi risposo sarò una zombi; non me lo posso permettere. Nonostante tutto, riesco comunque a dormire. Non mi è mai capitato di passare notti insonni, anche se a volte mi sveglio improvvisamente, con un pensiero nella testa, ma poi riprendo il sonno, come sotto l’effetto di un potente calmante, di quello che ti stordiscono. Molte persone che conosco ne fanno uso, per sedare i malesseri dell’anima. Sono quelli che ti fanno perdere la coscienza di te stessa, la lucidità e ti svegliano nel cuore della notte con un ossessione in testa. Io no, non li ho presi, ho cercato di resistere al dolore, e quindi le mie ossessioni ci sono e lucidamente sono costretta a farci i conti. Ho paura, paura di tornare ad essere povera, come quando ero piccola. Paura di far vivere a mio figlio le rinunce che ho dovuto vivere io. Le mie ossessioni sono cicliche, vanno e vengono e nel mezzo ci sta il dolore per essere stata “abbandonata”. Lui mi ha preferito un’altra, mentre pensavo di essere unica!

Explore posts in the same categories: Appunti sui Polsini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: