Genitori affidatari:la mia testimonianza

Vorrei qui riportare la nostra esperienza di genitori affidatari,nella non sopita speranza che questa possa servire ad altre coppie che si accingono a fare questo straordinario percorso. Siamo una famiglia affidataria per caso,assolutamente per caso. Nel senso che non c’era mai passato per la testa di diventarlo.Nostro figlio(che adesso ha 9 anni) già ci riempiva le giornate con il suo carattere un pò ribelle e allergico a tutto ciò che per lui era ed è “autorità” (scuola e genitori in primis)e con le sue problematiche connesse ad una certa difficoltà di linguaggio che avevamo riscontrato ancor prima dell’entrata alle materne e per fortuna felicemente superate grazie all’indispensabile aiuto delle tante vituperate strutture pubbliche (a questo proposito non ringrazieremo mai abbastanza la Dott.ssa Marina Miscia,logopedista all’ospedale di Campostaggia a Poggibonsi,per la professionalità e l’incommensurabile pazienza dimostrata). Poi un bel dì del 2009 venimmo contattati dagli assistenti sociali su una nostra possibile disponibilità a diventare genitori affidatari di questo “frugoletto” di appena 14 mesi,figlia di una mia nipote la quale attaversava un periodo molto difficile della sua vita.Bambina che noi non avevamo neanche mai vista,se non su una sbiadita foto presa con il cellulare! A seguito della nostra pronta disponibilità (e dopo averne parlato anche col figliolo) si avviò tutto l’iter che credo sia comune a tanti,le ispezioni degli assistenti sociali del comune dove abitiamo (Barberino V.E) e poi l’udienza al Tribunale dei Minori e il successivo decreto di affidamento. In questi giorni ci apprestiamo a festeggiare un anno che viviamo questa esperienza stupenda pur nella consapevolezza della grande responsabilità che tutto ciò ha comportato e comporta e che ci ha investito in pieno come un’ondata gigantesca che si abbatte su un surfista dopo che questi ha tentato di cavalcarla. E’ inutile dire che Chicca (come noi affettuisamente chiamiamo la bambina)ci ha “sovvertito” la vita come solo può farlo l’arrivo di un bambino.Non nascondo che all’inizio non sempre è stato tutto facile. Riuscire a combinare le naturali esigenze di amore…affetto…calore familiare a cui normalmente un bambino di 14 mesi ha diritto e ancor di più una bambina che questi sentimenti non ha mai avvertito o quasi,con i pre-esistenti impegni di lavoro fatti di orari che a volte mal si adattano alle esigenze di neonati, o molto più semplicemente non far mai avvertire a nostro figlio che l’arrivo di questa “strana sorella” (come diceva lui) le impedisse di continuare a fare lo sport preferito,di giocare ai giardini o gli potesse togliere la totalità delle attenzioni dei genitori e cosi via…ecco tutto questo per noi,che non abbiamo potuto usufruire neanche dell’importantissimo appoggio dei nonni,non è stato facile. Nonostante ciò oggi come allora,diremmo ancora un grande e grosso SI! Diremmo SI a chi ha bussato alla nostra porta in cerca di AMORE! e di un’OPPORTUNITA’! Ma sopratutto diremmo ancora SI perchè quest’esperienza,che ripeto per me e mia moglie assolutamnte nuova,ci ha sicuramente reso più ricchi,ma anche per il figliolo crediamo sia stata un’esperienza educativa importante se non unica,e cioè che si può anche donare senza chiedere nulla in cambio.Senza i “se” e senza i “ma”.

Gerardo

Explore posts in the same categories: Lettere ad Atlantide

4 commenti su “Genitori affidatari:la mia testimonianza”

  1. ocea Says:

    Carissimo Gerardo c’è da dire poco alla tua lettera, se non ringraziarti di averci reso partecipi della tua esperienza e della vostra capacità di amare i figli. I figli non sono solo quelli che si portano dentro la pancia per nove mesi, e persone come voi ce lo dmostrano nella maniera piu semplice. Grazie ancora, con l’augurio che ci siano sempre più genitori che vogliono in affidamento bambini non fortunati

  2. Augusto Says:

    Salve sono Augusto; io mia moglie e i nostri due figli di 8 e 12 anni, stiamo intraprendendo questa nuova esperienza, forte motivazione spinti da una triste esperienza che ci è capitata,stiamo iniziando tutto l’iter educatori ecc, ma abbiamo un pò pura… abbiamo fatto l’incontro di alcuni minori ci siamo accorti che abbiamo tanto amore da donare ai bimbi sfortunati, sentimento che è saltato fuori solo ora,a parte l’amore smisurato per i nostri figli viene naturale?

  3. mammamely Says:

    Tutto questo amore è splendido,soprattutto perchè questo tipo di testimonianza ti aiuta a ricordare che vale ancora la pena lottare per andare avanti anche se il mondo sembra tutto uno scatafascio,ci ricorda che esistono persone meravigliose,basta solo cercarle.auguri per tutto e che Dio vi benedica sempre.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: