Dall’eleganza del riccio

“Chi sa fare fa, chi non sa fare insegna, chi non sa insegnare insegna agli insegnanti, e chi non sa nemmeno insegnare agli insegnanti fa politica!” Questa frase è profonda proprio perchè non del tutto vera. Se nella scala sociale si salisse in funzione della propra incompetenza, il mondo non girerebbe così. Il significato di questa frase non è che gli incompetenti hanno un posto in prima fila, ma che non c’è niente di più ingiuso della realtà umana:gli uomini vivono in un mondo dove sono le parole e non le azioni ad avere il potere, dove la massima competenza è il controllo del linguaggio. E’ una cosa terribile, perchè in definitva siamo soltanto dei primati programmati per mangiare, dormire, riprodurci, conquistare e rendere sicuro il nostro territorio, e quelli più tagliati per queste cose, i più animaleschi tra noi, si fanno sempre fregare dagli altri, cioè da quelli che parlano bene, ma che non saprebbero difendere il proprio giardino, portare a casa un coniglio da cena  o procreare come si deve. Gli uomini vivono in un mondo dove sono i deboli a dominare. E’ un terribile oltraggio alla nostra natura animale, una specie di perverzione, di contraddizione profonda.

Explore posts in the same categories: Caffè Letterario

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: