Il tempo non attende…

Per scoprire il valore di un anno chiedilo ad uno studente che è stato bocciato all’esame finale.
Per scoprire il valore di un mese, chiedilo ad una madre che ha messo al mondo un bambino troppo presto.
Per scoprire il valore di una settimana, chiedilo all’editore di una rivista settimanale.
Per scoprire il valore di un’ora, chiedilo agli innamorati che stanno aspettando di vedersi.
Per scoprire il valore di un minuto, chiedilo a qualcuno che ha appena perso il treno, il bus o l’aereo.
Per scoprire il valore di un secondo, chiedilo a qualcuno che è sopravvissuto a un incidente.
Per scoprire il valore di un millisecondo, chiedilo ad un atleta che alle Olimpiadi ha vinto la medaglia d’argento.

Explore posts in the same categories: Appunti sui Polsini

One Comment su “Il tempo non attende…”

  1. Andrea Says:

    Noi chiamiamo tempo ciò che è solo deperimento organico della nostra “vita” che passa passando.
    Il tempo, ci piaccia o no, è solo un atto cognitivo. E se ci riflettete bene, è un indicibile che però è condizione del nostro pensare.
    Perchè è un atto cognitivo? bè, riuscite voi ad immaginare un “tempo” senza che esista nessuno a concepirlo come tale? Senza che esista persino qualcuno che lo abbia chiamato così?
    Esisterebbe solo ciò che noi, oggi, nel nostro linguaggio, chiamiamo “deperimento organico” o “invecchiamento” o altro ecc ecc.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: